Attività di formazione

Diagramma-temporale-sintetico

Diagramma-temporale-di-dettaglio

MODULO A

Approfondimento delle conoscenze specialistiche attraverso lo svolgimento di dieci specifici moduli didattici (A1-A10).

MODULO B

Esperienze operative in affiancamento a personale impegnato in attività di ricerca industriale e/o sviluppo sperimentale.

Modulo A1 – Biologia ed Ecologia degli ambienti marini costieri

Il modulo propone gli elementi di base su struttura, organizzazione e funzione degli ecosistemi marini costieri. In particolare, fornisce le competenze relative alle principali caratteristiche biologiche ed ecologiche degli organismi marini nonché l’uso delle chiavi tassonomiche utili per la loro identificazione. Il corso si propone inoltre di fornire agli studenti le informazioni necessarie per la formazione avanzata e specialistica nell’ambito dell’Ecologia Marina. In particolare, si intende, attraverso lo studio di argomenti specifici e problemi concreti, mettere in luce la complessa rete di rapporti che legano gli organismi e l’ambiente marino con riferimento anche alle interazioni che scaturiscono dalle attività antropiche. Lo studente acquisirà competenze teoriche, sperimentali e gestionali, con particolare riferimento alla ecologia marina e ai processi naturali che avvengono nei comparti biotico (componenti, struttura e processi della componente vivente, animale e vegetale) e abiotico (processi geologici e chimici) e sulla influenza che le attività antropiche esercitano su specie, popolazioni, comunità e paesaggi marini. Lo studente dovrà sviluppare competenze riguardo alla valutazione ed interpretazione di dati sperimentali di laboratorio e di campo. Il modulo si configura come corso introduttivo per studenti con diverse provenienze formative. Si prevede una durata di 75 h.


Modulo A2 – Processi funzionali in ambiente marino

In tale corso saranno fornite le nozioni di base relative ai meccanismi funzionali ed ai processi ecologici che si realizzano, negli ecosistemi marini costieri, ai diversi livelli di organizzazione gerarchica, da individuo ad ecosistema. Il corso si avvale di un approccio orientato verso gli aspetti metodologici ed è volto a illustrare gli strumenti per decodificare processi ecosistemici in meccanismi funzionali e componenti strutturali che ne consentano misure e controlli. Il modulo è strutturato in componenti avanzate. Si prevede una durata di 75 h.


Modulo A3 – Individuazione e valutazione di beni e servizi forniti dagli ecosistemi marini costieri

Le acque marine costiere contribuiscono il larga misura nella produzione globale di beni e servizi forniti dagli ecosistemi naturali Tali ecosistemi favoriscono, inoltre, la qualità della vita fornendo benefici diretti (aree di nursery e pesca) e indiretti (ossigenazione dell’acqua, sviluppo del turismo e delle attività ricreazionali e balneari), e preservando possibili scelte future di utilizzo. Tra i beni forniti dagli ambienti marini e dagli habitat costieri sono compresi cibo per uomini ed animali, sale, minerali, riserve petrolifere, materiali da costruzione (sabbia, rocce, limo) e biodiversità, comprese le riserve genetiche che hanno o possono avere potenziali applicazioni biotecnologiche e mediche. Il modulo fornirà le informazioni di base riguardanti i beni e servizi degli ecosistemi marini costieri quali la protezione del litorale da fattori naturali ed eventi estremi (tempeste e mareggiate), l’immagazzinamento ed il riciclo degli elementi nutritivi, il mantenimento della biodiversità, i meccanismi autodepurativi. In particolare verranno analizzati i beni e servizi fornito dalle praterie a fanerogame marine, il sistema ambientale più importante e produttivo nell’ambiente marino costiero, valutati in media 25 volte più alti dell’ambiente oceanico e di quello terrestre, 3 volte quello delle barriere coralline e 10 volte quello delle foreste tropicali Si prevede una durata di 75 h.

Modulo A4 – Tecnologie avanzate nelle misura dei contaminati in ambiente marino

Oggetto del modulo è fornire capacità di definizione degli inquinanti principali dell’ambiente marino secondo l’appartenenza a classi chimiche o funzionali, spiegandone l’origine, gli effetti e le tecniche d’analisi chimica. Verranno illustrate le principali tecniche di contenimento degli impatti e saranno forniti i concetti di base per lo studio dei processi chimici in ambiente costiero, con particolare riferimento ai fattori che determinano il destino dei costituenti in tracce nella colonna d’acqua. Verranno descritti i principali metodi utilizzati nella raccolta, nel trattamento e nella valutazione dei dati analitici necessari per la caratterizzazione degli ambienti costieri, con particolare riferimento allo studio della composizione chimica delle principali matrici, all’analisi dei microinquinanti, all’individuazione delle provenienze. Saranno illustrati i metodi di campionamento, analitici e interpretativi per lo studio del ruolo dei sedimenti negli ambienti marini costieri; in particolare si esamineranno le relazioni tra effetto matrice, dovuto alle componenti naturali, e gli inquinanti di origine antropica. Verrà presa in considerazione anche il ruolo della componente atmosferica nel budget dei microinquinanti (inorganici e organici) negli ambienti marini e costieri, e quindi verranno fornite alcune indicazioni sulle metodiche di campionamento, e sulle problematiche interpretative anche alla luce dei recenti dati sui possibili limiti di legge. Verranno illustrate, attraverso l’analisi di alcuni casi di studio, le fasi principali di cui si compone un qualsiasi intervento di caratterizzazione e/o monitoraggio ambientale nella zona della fascia costiera. I casi di studio faranno riferimento a finalità differenziate (di tipo gestionale, di controllo, etc.) allo scopo di fornire uno spettro di applicazioni delle analisi chimiche il più ampio possibile. Si prevedono due sottomoduli della durata di 75 h ciascuno.

Modulo A5 – Utilizzo dei sistemi biologici per la riduzione dell’inquinamento dalle matrici ambientali

Obiettivo del modulo è quello di fornire conoscenze sui più recenti metodi di Biorisanamento (Bioremediation) e Biomiglioramento (Bioaugmentation) degli ambienti costieri contaminati. Verranno trattati argomenti sull’ecologia umana con particolare riferimento agli ecosistemi urbani ed agli indicatori di sostenibilità urbana. Saranno sviluppate tematiche inerenti il metodo sperimentale e sarà stimolata l’abilità a selezionare il metodo sperimentale più opportuno per la caratterizzazione qualitativa e quantitativa di inquinanti ambientali. Il programma verterà anche sullo studio di fondamenti di microbiologia ambientale per acquisire competenze teorico/pratiche nel campo della conservazione e risanamento delle acque. Verranno approfonditi i più moderni processi biotecnologici di abbattimento di agenti inquinanti a campioni diversa natura ed analizzate tecniche di bonifica avanzate. Verranno fornite le basi metodologiche per la messa in sicurezza permanente e la bonifica di aree costiere contaminate con l’uso di tecnologie biologiche, anche attraverso OGM o di OGM derivati di terza generazione, di tecnologie chimiche e/o fisiche e termiche.Si prevede una durata di 75 h.

Modulo A6 – Monitoraggio dell’ambiente marino costiero attraverso sistemi acustici ad alta risoluzione

Obiettivo del modulo è fornire conoscenze nel campo delle moderne tecnologie applicate al monitoraggio della fascia costiera. Saranno fornite le conoscenze riguardanti l’uso di strumenti acustici avanzati per la rappresentazione del fondale marino e saranno sviluppate le capacità di pianificare, condurre, elaborare ed interpretare i dati acquisiti. In particolare saranno sviluppate temi quali: principi di acustica subacquea, strumentazione e metodi per l’esplorazione del fondale marino, sistemi di posizionamento GPS/DGPS, pianificazione delle survey, acquisizione ed elaborazione dati sonar. Si prevedono due sottomoduli della durata di 75 h ciascuno.

Modulo A7 – Tecnologie per il ripristino del manto vegetale su fondali marini degradati

Obiettivo del modulo è fornire le informazioni di base riguardanti le procedure per realizzare progetti di restauro ecologico di qualsiasi tipo di ecosistema, terrestre o acquatico, in accordo con le norme riportate in SER International Primer on Ecological Restoration. Ogni procedura viene enunciata nella forma di una linea guida che indirizza lo studente lungo tutto il processo di ripristino. In particolare, il corso vuole fornire una guida alla progettazione ed esecuzione per il recupero dei fondali marini degradati, fornendo numerosi esempi nazionali e internazionali di corretti esperimenti di rivegetazione con le fanerogame marine. Le tematiche sviluppate saranno: analisi geomorfologica ed ecologica delle coste e dei fondali marini antistanti, criteri per la selezione delle aree idonee alle tecniche di riforestazione con Posidonia oceanica, progettazione esecutiva di interventi di recupero, ripristino e miglioramento ambientale dei litorali con tecniche di ingegneria naturalistica. Inoltre, verrà approfondita la conoscenza delle riforestazioni con P. oceanica attraverso lo studio dei diversi materiali vegetativi, dei sistemi di fissaggio, dei fattori di crescita e di sopravvivenza e verranno illustrati i principali metodi utilizzati nella raccolta, nel trattamento e nella valutazione dei dati analitici necessari al monitoraggio di una prateria di P. oceanica trapiantata. Si prevede una durata di 75 h.

Modulo A8 – Tecnologie per la ricostruzione degli habitat e del paesaggio sommerso

Obiettivo del modulo è quello di approfondire le conoscenze sulle relazioni che intercorrono tra densità di popolazione di specie target e morfologia del fondale che le ospita, con lo scopo di individuare e studiare le forme che meglio rispondono alle esigenze di ogni specie target. A tale fine saranno fornite le conoscenze riguardanti la conduzione di indagini dirette, mediante tecniche di visual census, combinate con indagini indirette (sistemi ROV) e tecniche di ricostruzione tridimensionale ad alta risoluzione dei fondali utilizzando dati SONAR, anche per la verifica del funzionamento del nuovo sistema.
In particolare saranno sviluppati i seguenti temi: analisi dei modelli naturali di reef più efficienti in termini di rapporto forme/biodiversità/biomassa specie target, metodi d’indagine diretti ed indiretti, analisi dei processi ecosistemici e di aspetti funzionali, principi di ricostruzione tridimensionale dei fondali, elementi di progettazione, realizzazione e posa in opera, tecniche di monitoraggio e analisi dei dati. Si prevede una durata di 75 h.

Modulo A9 – Statistica, geostatistica ed analisi dei dati

Obiettivo del modulo è approfondire alcune tematiche inerenti l’analisi dei sistemi ecologici marini attraverso la conduzione di studi correlativi o manipolativi utilizzati nell’ecologia marina sperimentale. Un ulteriore obiettivo è quello di introdurre lo studente alla conoscenza delle principali tecniche di campionamento e di analisi per la realizzazione di studi ecologici, acquisendo una buona padronanza del metodo scientifico d’indagine tale da permettere il lavoro in autonomia nonché le basi logiche per progettare gli esperimenti ed interpretarne i risultati. In particolare l’insegnamento esaminerà il concetto di variabilità ecologica, le analisi ‘esplorative’ di processi causali e le analisi sperimentali di rapporti causa-effetto. Inoltre, verranno affrontati argomenti che riguardano l’analisi dei dati spazialmente distribuiti, con particolare riferimento alla stima delle autocorrelazioni spaziali mediante l’impiego dei semivariogrammi. Verranno infine esaminate le applicazioni geostatistiche nell’ambito dei Sistemi Informativi Geografici, in grado di trattare grandi mole di dati necessari per modellare processi ecologici operanti a diverse scale spaziali e temporali. Si prevede una durata di 75 h.

Modulo A10 – Gestione di dati territoriali in ambiente GIS

Obiettivo del modulo è quello di fornire le conoscenze necessarie per l’utilizzo dei Sistemi GIS (Geographic Information System). In particolare verranno approfondite le tematiche inerenti la gestione di database computerizzati, acquisizione, immagazzinamento, analisi e visualizzazione di dati spaziali. Fine ultimo è quello permettere allo studente di integrare conoscenze da sorgenti multiple e di creare un ambiente trasversale di collaborazione attraverso l’utilizzo di strumenti che permettono di unire ad un potente ambiente di visualizzazione la struttura analitica e di modellazione che ha le proprie radici nelle scienze della geografia. Durante il modulo saranno approfondite le seguenti tematiche: Cartografie e piattaforme GIS, elementi di cartografia, struttura e applicazioni del GIS. mappe in formato raster e vettoriale, i layer, carte tematiche e carte di riferimento (Reference Map), Analisi dati su piattaforme GIS: importazione dei dati in un GIS. Organizzazione e creazione dei layer (DTM, batimetrie, modelli ombreggiati, TIN). Restituzione cartografica. Si prevede una durata di 75 h.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

INFORMATIVA SUI COOKIE


COOKIE


Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l’esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.
I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l’uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l’applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.
Visita AboutCookies.org per ulteriori informazioni sui cookie e su come influenzano la tua esperienza di navigazione.

I tipi di cookie che utilizziamo


Cookie indispensabili
Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche.
Senza questi cookie alcuni servizi necessari, come la compilazione di un form per un concorso o per un sondaggio, non possono essere fruiti.
Performance cookie
Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ad esempio, quali sono le pagine più visitare, se si ricevono messaggi di errore da pagine web. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore. Tutte le informazioni raccolte tramite cookie sono aggregate e quindi anonime. Vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento di un sito web.
Utilizzando il nostro sito, l’utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.
Cookie di funzionalità
I cookie consentono al sito di ricordare le scelte fatte dall’utente (come il nome, la lingua o la regione di provenienza) e forniscono funzionalità avanzate personalizzate. Questi cookie possono essere utilizzati anche per ricordare le modifiche apportate alla dimensione del testo, font ed altre parti di pagine web che è possibile personalizzare. Essi possono anche essere utilizzati per fornire servizi che hai chiesto come guardare un video o i commenti su un blog. Le informazioni raccolte da questi tipi di cookie possono essere rese anonime e non in grado di monitorare la vostra attività di navigazione su altri siti web.
Utilizzando il nostro sito, l’utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

Come gestire i cookie sul tuo PC


Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito,
Google Chrome
1. Clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser e selezionare Opzioni
2. Fai clic sulla scheda ‘Roba da smanettoni’ , individua la sezione ‘Privacy’, e seleziona il pulsante “Impostazioni contenuto”
3. Ora seleziona ‘Consenti dati locali da impostare’
Microsoft Internet Explorer 6.0, 7.0, 8.0, 9.0
1. Clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser e seleziona ‘Opzioni Internet’, quindi fai clic sulla scheda ‘Privacy’
2. Per attivare i cookie nel tuo browser, assicurati che il livello di privacy è impostato su Medio o al di sotto,
3. Impostando il livello di privacy sopra il Medio disattiverai l’utilizzo dei cookies.
Mozilla Firefox
1. Clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser e seleziona “Opzioni”
2. Quindi seleziona l’icona Privacy
3. Fai clic su Cookie, quindi seleziona ‘permetto ai siti l’utilizzo dei cookie’
Safari
1. Fai clic sull’icona Cog nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
2. Fai clic su ‘Protezione’, seleziona l’opzione che dice ‘Blocco di terze parti e di cookie per la pubblicità’
3. Fai clic su ‘Salva’
Come gestire i cookie su Mac
Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito:
Microsoft Internet Explorer 5.0 su OSX
1. Fai clic su ‘Esplora’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
2. Scorri verso il basso fino a visualizzare “Cookie” nella sezione File Ricezione
3. Seleziona l’opzione ‘Non chiedere’
Safari su OSX
1. Fai clic su ‘Safari’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
2. Fai clic su ‘Sicurezza’ e poi ‘Accetta i cookie’
3. Seleziona “Solo dal sito”
Mozilla e Netscape su OSX
1. Fai clic su ‘Mozilla’ o ‘Netscape’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
2. Scorri verso il basso fino a visualizzare i cookie sotto ‘Privacy e sicurezza’
3. Seleziona ‘Abilita i cookie solo per il sito di origine’
Opera
1. Fai clic su ‘Menu’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona “Impostazioni”
2. Quindi seleziona “Preferenze”, seleziona la scheda ‘Avanzate’
3. Quindi seleziona l’opzione ‘Accetta i cookie ”

Chiudi